NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il sito web di REAM SGR utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati sul sito www.reamsgr.it e su come gestirli.

Definizioni
I cookie sono brevi frammenti di testo (lettere e/o numeri) che permettono al server web di memorizzare sul client (il browser) informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).Tecnologie similari, come, ad esempio, web beacon, GIF trasparenti e tutte le forme di storage locale introdotte con HTML5, sono utilizzabili per raccogliere informazioni sul comportamento dell'utente e sull'utilizzo dei servizi.Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine “cookie”.

Tipologie di cookie
In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:
Cookie strettamente necessari. Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito e sono utilizzati per gestire il login e l'accesso alle funzioni riservate del sito.
Cookie di analisi e prestazioni. Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.
Cookie di profilazione. Si tratta di cookie permanenti utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione. Il sito non utilizza cookie di questo tipo.

Cookie di terze parti
Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (“proprietari”), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (“terze parti”).

Google Analytics
Il sito web di REAM SGR, include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).Google Analytics utilizza i "cookie"  per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo dei siti (compreso l'indirizzo IP dell'utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l'indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l'identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

L'utente può disabilitare in modo selettivo l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l'azione di Google Analytics, si rinvia al link di seguito indicato:
https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

Durata dei cookie
Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie “sopravvivono” alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente. Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Gestione dei cookie
L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.
Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie.La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità.L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni ->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

Continuando la navigazione in ogni parte del sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Per quanto riguarda tutti i moduli che richiedono dati presenti sul sito www.reamsgr.it inerenti richieste di informazioni e invio curriculum, l'invio è un assenso al trattamento dei dati personali come specificato nelle note sulla Privacy.

Via Alfieri, 11 - 10121 TORINO

+39 011 5623089 - Fax: +39 011 5069514


Mappa del sito

  Link

  Invia curriculum

  Privacy Policy

  MIFID

REAL ESTATE ASSET MANAGEMENT
Torino

REGIME TRIBUTARIO DEI PROVENTI DISTRIBUITI DAL FONDO

L’articolo 7 del Decreto n. 351 prevede una ritenuta  del 20%, che la SGR è tenuta  ad operare:

i) sull’ammontare dei proventi riferibili a ciascuna quota (cioè i proventi risultanti dai rendiconti periodici redatti in base al Regolamento di Banca d’Italia del 14 aprile 2005 distribuiti in costanza di partecipazione);
nonché
ii) sulla differenza tra il valore di riscatto o di liquidazione delle quote ed il costo di sottoscrizione o di acquisto.

La ritenuta del 20 % si applica:

  • a “titolo di acconto”, nei confronti di: (i) imprenditori individuali, se le quote sono relative al patrimonio dell’imprenditore destinato all’esercizio dell’impresa commerciale; (ii) società in nome collettivo, in accomandita semplice ed equiparate; (iii) società ed enti indicati nelle lettere a) e b) dell’articolo 73 del Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 (di seguito il “Decreto n. 917”) e stabili organizzazioni nel territorio dello Stato delle società e degli enti di cui alla lettera d) del predetto articolo.  I proventi realizzati nell’esercizio d’impresa commerciale possono essere imponibili anche ai fini IRAP, a seconda dell’attività svolta dal soggetto percipiente, secondo i principi stabiliti dal decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446;
  • a “titolo di imposta”, nei confronti di tutti gli altri soggetti (inter alia, persone fisiche non esercenti attività di impresa commerciale, enti non commerciali, soggetti esenti o soggetti esclusi dall’IRES in base all’art. 74 del Decreto n. 917).  La ritenuta a titolo di imposta è altresì applicata nei confronti dei soggetti non residenti che risiedano in Stati che non assicurino un adeguato scambio d’informazioni con l’Italia in forza delle previsioni contenute negli Accordi contro le doppie imposizioni.

In caso di rimborso delle quote, secondo quanto previsto dall’art. 82, comma 21-bis, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito in legge 6 agosto 2008, n. 133, la ritenuta continua ad applicarsi nella misura del 12,50% fino a concorrenza della differenza positiva tra il valore risultante dall’ultimo rendiconto periodico redatto ai sensi dell’art. 6, comma 1, lettera c) del testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, di cui al decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, prima della data di entrata in vigore del decreto n. 112 del 2008 ed il costo di sottoscrizione o acquisto.

Nel caso in cui le quote di partecipazione ai fondi fossero immesse in sistemi di deposito accentrato, l’obbligo di operare la ritenuta del 20% o del 12,50 per cento è posto a carico degli intermediari finanziari presso i quali il titolare delle quote intrattiene un rapporto di deposito, custodia o amministrazione e che aderiscono direttamente o indirettamente ai predetti sistemi di deposito accentrato.

In ogni caso la ritenuta non si applica nei confronti delle forme di previdenza complementare di cui al Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 e dagli OICR istituiti in Italia e disciplinati dal TUF.

Secondo quanto previsto dall’articolo 7, comma 3, del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351 convertito con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 410, come modificato dall’art. 32, comma 7, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 convertito in legge …. luglio 2010, non sono soggetti alla predetta ritenuta, in quanto non imponibili, i proventi percepiti da fondi pensione e organismi d’investimento collettivo del risparmio esteri sempreché istituiti in Stati o territori di paesi che consentono un adeguato scambio di informazioni (Paesi c.d. “white list”) nonché quelli percepiti da enti od organismi internazionali costituiti in base ad accordi internazionali resi esecutivi in Italia e banche centrali o organismi che gestiscono anche le riserve ufficiali dello Stato.

Il successivo comma 3-bis del medesimo articolo 7 del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351 convertito con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 410, come modificato dall’art. 32, comma 7, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 convertito in legge …. luglio 2010, prevede che i proventi percepiti da soggetti non residenti diversi da quelli indicati nel comma 3 dell’articolo 7 (cioè diversi dai fondi pensione, dai fondi comuni, dagli enti ed organismi internazionali, nonché da banche centrali o organismi che gestiscono anche le riserve ufficiali dello Stato), fruiscono delle disposizioni contenute nelle convenzioni contro le doppie imposizioni sul reddito stipulate dall’Italia con gli Stati esteri a condizione che presentino un’apposita dichiarazione con la quale attestino di essere i beneficiari effettivi dei proventi e dalla quale risultino i dati identificativi del soggetto medesimo, la sussistenza di tutte le condizioni alle quali è subordinata l’applicazione del regime convenzionale nonché gli eventuali elementi necessari a determinare la misura dell’aliquota convenzionale.

I medesimi soggetti sono altresì tenuti a presentare al sostituto d’imposta un’attestazione dell’autorità fiscale estera dalla quale risulti la propria residenza fiscale ai sensi della convenzione. La predetta attestazione produce effetti fino al 31 marzo dell’anno successivo a quello di presentazione.  

Ai sensi dell’art. 32, comma 7-bis, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 convertito in legge …. luglio 2010, per i proventi distribuiti a soggetti non residenti, riferibili a periodi di attività dei fondi chiusi fino al 31 dicembre 2009, continuano ad applicarsi le disposizioni contenute nell’articolo 7, comma 3, nel testo previgente all’entrata in vigore del decreto-legge n. 78 nel 2010 secondo il quale non sono imponibili i proventi percepiti dai soggetti non residenti che, in conformità all’art. 6 del Decreto n. 239, autocertifichino di essere residenti in paesi che consentono un adeguato scambio di informazioni (Paesi c.d. “white list” inclusi nel D.M. 4 settembre 1996 e successive integrazioni).

In tutti gli altri casi per i quali la normativa non prevede né l’esenzione da ritenuta né l’applicazione delle disposizioni contenute nelle convenzioni contro le doppie imposizioni,  i proventi corrisposti ai soggetti non residenti sono assoggettati a ritenuta con la stessa aliquota (a seconda dei casi 12,50 per cento e  20 per cento) prevista per i proventi corrisposti a soggetti residenti.

REAM SGR

  Via Alfieri, 11 - 10121 Torino

  +39 011 5623089

  reamsgr@reamsgr.itreamsgr@legalmail.it

  Iscriz. Reg. Imp. Cod. Fisc./P.IVA 08252031003

DOVE SIAMO